La storia di Martina, Donatella e Mamadou

Martina e Donatella hanno aperto le porte della loro casa e del cuore a Mamadou, noto come Bobo, attraverso il Progetto Vesta di Accoglienza in Famiglia.
Insieme hanno condiviso momenti speciali e giornate quotidiane, creando legami autentici e solidali.
Grazie al progetto, Bobo ha trovato lavoro e una casa tutta sua, ma il legame con Martina e Donatella rimane forte.

“Le due hanno preso parte al progetto di vicinanza solidale Vesta, realizzato dalla cooperativa sociale Cidas in collaborazione con ASP Città di Bologna e il Comune di Bologna. Prima ancora di cominciare la convivenza, però, Martina e Donatella hanno fatto la formazione e hanno vissuto l’attesa per questo nuovo inizio. “In casa abbiamo cercato di creare una dimensione familiare”, spiega Donatella. “La stanza di Bobo prima era il nostro saloncino, l’abbiamo arredata apposta per lui. Abbiamo comprato i mobili e li abbiamo montati noi, uno per uno. È stato un momento che ci ha fatto entrare nell’ottica che, dopo poco, la nostra famiglia si sarebbe allargata”. Il risultato ha sorpreso Bobo, che la prima volta che è entrato nella sua nuova casa è rimasto senza parole: “Non pensavo di avere uno spazio così. Il letto era una piazza e mezzo, non ero abituato a un letto così grande”.
(intervista a cura di Bologna Cares)

Scopri questa storia a fumetti e unisciti a noi nel nostro impegno per costruire un mondo più inclusivo e solidale con Progetto Vesta.